Chi siamo

CHI SIAMO


L’Osservatorio Nazionale sull’Amianto – ONA Onlus, è un’associazione di utilità sociale iscritta all’anagrafe delleNotiziario sull'amianto ONA Onlus ONLUS dell’Agenzia delle Entrate, con protocollo 79949 del 06.12.2010; accreditata dal Ministero della Salute nell’Elenco in rete del volontariato della salute; iscritta al n. 1525 del Registro dell’Associazionismo della Regione Lazio con determina n. B00688 del 26.02.2013; iscritta al n. 852 dell’Albo delle Associazioni della Provincia di Roma con determina n. 1849 del 22.04.2013 e ha sede legale in Roma, Via Crescenzio, n. 2 – 00193 (Codice Fiscale: 97521310587 – Coordinate IBAN: IT67L 06230 14700 000040027069), di cui è Presidente l’Avv. Ezio Bonanni.

Per aderire all’Osservatorio Nazionale Amianto, clicca quì

L’associazione, fin dalla sua costituzione – 05.08.2008 – ha raccolto l’adesione delle vittime, dei loro familiari, ma anche di tanti cittadini, uomini e donne, lavoratori dipendenti e liberi professionisti, studenti e professori. L’Osservatorio grazie all’adesione e all’attività di volontariato di migliaia di lavoratori e cittadini, in tutto il Territorio Nazionale, è presente in tutte le Regioni d’Italia e sui Network è presente su Facebook, su twitter, e su youtube al canale: per realizzare le finalità dello Statuto:

  1. promuovere e tutelare la salute in ogni ambito di esplicazione della vita umana, attraverso la prevenzione primaria, che si sostanzia nella completa rimozione di tutti gli agenti tossici dagli ambienti di vita e di lavoro, e attraverso la prevenzione secondaria, che si attua con la diagnosi precoce;
  2. rappresentare, tutelare, assistere moralmente e materialmente i lavoratori ed i cittadini esposti ad amianto, ad altri patogeni e ad atri rischi professionali;
  3. tutelare i diritti costituzionalmente garantiti a ogni persona, con particolare riferimento alle lavoratrici e ai lavoratori, e alle persone che, loro malgrado, sono escluse, emarginate e discriminate a causa di ragioni fisiche, psichiche, economiche, sociali e familiari.

 

L’associazione per perseguire tali finalità svolge la sua attività:

  1. al fianco dei lavoratori esposti ed ex esposti, assistendoli legalmente per il riconoscimento dei benefici previdenziali e  della malattia professionale e per il risarcimento danni;
  2. al fianco delle Istituzioni locali e nazionali nella costruzione di un contesto normativo in cui il bando dell’amianto e degli altri agenti tossici patogeni sia dotato di effettività;
  3. al fianco della Magistratura, nella sua azione di individuazione e di repressione dei reati contro la salute e contro l’ambiente, e nella sua azione di ristoro dei danni causati ai singoli e alle comunità;
  4. al fianco delle strutture mediche, con l’obiettivo di potenziare gli interventi di prevenzione primaria, di prevenzione secondaria, di conoscenza e di informazione sugli effetti degli agenti tossici patogeni;
  5. al fianco ed insieme alle altre Associazioni che perseguono valori e principi coincidenti con i propri, con le quali intende agire in sinergia per la tutela dell’ambiente, della salute, dei diritti dei cittadini e dei lavoratori, perseguendo insieme tutte le possibili iniziative di sviluppo.

L’Osservatorio ha il suo simbolo nel guerriero etrusco, dal suo scudo decorato con il “fiore della vita”: lo scudo è metafora della diuturna lotta del bene contro il male, della verità contro la menzogna, della giustizia contro l’ingiustizia. Questa lotta epica cerca di sconfiggere la cultura del profitto ad ogni costo che presuppone il sacrificio di vite umane sull’altare del cd. progresso (che è inteso solo delle cose), per riaffermare la sacralità della vita umana e la sua intangibilità, per scongiurare ulteriori lutti e tragedie.

Il Santo Padre Benedetto XVI, per la Giornata mondiale delle vittime dell’amianto (27.04.2011), durante l’omelia in Piazza San Pietro, ha salutato i rappresentanti dell’Osservatorio Nazionale sull’Amianto, e li ha esortati a proseguire nella loro importante attività a difesa dell’ambiente e della salute pubblica, per riaffermare così la dignità della persona umana contro la folle corsa del male.

La prevenzione primaria (bonifica dei siti, per evitare ogni forma di esposizione), secondaria (diagnosi precoce, assistenza medica, ricerca scientifica, etc.) e terziaria (epidemiologia, riconoscimento delle prestazioni previdenziali e del risarcimento dei danni e punizione dei responsabili) viene perseguita attraverso l’istituzione dei Dipartimenti tra i quali:

Dipartimento di Ricerca e Cura del Mesotelioma di cui è coordinatore il Prof. Luciano Mutti (Professore di Cancer Research presso Salford University in Manchester), al quale ci si potrà rivolgere inoltrando una richiesta con email all’indirizzo: osservatorioamianto@gmail.com oppure luciano.mutti@hotmail.it.

Ambulatorio di oncologia, coordinato dal Dott. Carmine Luigi Roma, presso l’UOC di oncologia dell’Ospedale S. Giovanni Addolorata, in Roma, per una visita ospedaliera specialistica in oncologia.

Tutti i lavoratori e cittadini che sono stati esposti per motivi professionali a polveri e fibre di amianto e altri cancerogeni, e che avessero necessità potranno quindi rivolgersi all’associazione, che, gratuitamente, porrà i suoi medici volontari a loro disposizione. Sarà sufficiente, per ottenere l’assistenza, inoltrarne richiesta per email all’indirizzo osservatorioamianto@gmail.com, oppure rivolgersi direttamente ai Dipartimenti, con le modalità indicate nel sito istituzionale.

Dipartimento di assistenza legale, di cui è coordinatore l’Avv. Ezio Bonanni che fin dal gennaio 2000, ha assistito e assiste i lavoratori e cittadini esposti e vittime dell’amianto e loro familiari, e che dal settembre del 2011 è stato eletto Presidente dell’associazione.

L’Associazione per svolgere questo servizio si avvale della collaborazione di avvocati in tutto il territorio nazionale, che sono coordinati dall’Avv. Ezio Bonanni, ed è stato istituito il Dipartimento Tutela Vittime del Dovere per patologie asbesto correlate, che ha ottenuto brillanti risultati.

Tutti coloro che avranno necessità di ottenere l’accredito delle maggiorazioni contributive per esposizione ad amianto, oppure la costituzione della rendita INAIL, l’accredito delle prestazioni quali vittime del dovere e del terrorismo.

Il contributo di questo Dipartimento si è rilevato decisivo per permettere alle vittime dell’amianto e degli altri cancerogeni e agenti tossico-nocivi per ottenere la tutela dei loro diritti, e ha portato al conseguimento  di numerosi riconoscimenti di malattie professionali e di diritto al prepensionamento per esposizione ad amianto oltre a diversi risarcimenti, e alla condanna di diversi imputati, oltre al rinvio a giudizio di molti responsabili di condotte dannose e pericolose alla salute umana.

Dipartimento ONA Tutela esposti all’uranio impoverito e vittime dei vaccini, del quale è coordinatore il Sig. Lorenzo Motta, e del quale sono state costituite diverse delegazioni regionali.

Tutti coloro che per motivi di servizio sono stati esposti ad uranio impoverito, e hanno subito un programma vaccinale nell’immediatezza di missioni all’estero, possono richiedere anche la tutela legale

Dipartimento ONA Malasanità, di cui è coordinatore il Dott. Stefano Gulminelli. L’associazione ha preso atto del fatto che si assiste ad un ritardo nella ricerca scientifica e nei casi specifici alla diagnosi, terapia e cura del mesotelioma, e in alcun circostanze a pratiche tanto invasive quanto inutili. L’associazione ha quindi costituito un dipartimento, attraverso il quale le vittime e i loro familiari possono richiedere all’assistenza legale e medico legale. E’ stato anche costituito l’Osservatorio Giurisprudenziale della Responsabilità Medica e uno specifico notiziario.

L’associazione ha, già da tempo, richiesto un maggiore impegno delle istituzioni per la ricerca scientifica e maggiore trasparenza nell’assegnazione dei fondi  e un programma di sorveglianza sanitaria uniforme su tutto il territorio nazionale, perché la diagnosi precoce delle patologie asbesto correlate che è essenziale per ottenere la guarigione del paziente, e di evitare, laddove si riscontra l’inutilità delle prestazioni, l’accanimento terapeutico.

Dipartimento Scuola e UniversitàPoiché l’amianto e i materiali di asbesto sono ad oggi presenti in circa 2.400 scuole, senza che si dia corso all’immediata loro rimozione e/o messa in sicurezza, l’associazione ha svolto una campagna di sensibilizzazione e ha offerto la sua collaborazione alle Istituzioni e in molti casi ha promosso azioni con richiesta di intervento dell’Autorità Sanitaria e Giudiziaria.

Il Dipartimento è coordinato dalla Sig.ra Antonella Franchi.

L’assistenza viene fornita anche attraverso gli sportelli amianto disseminati su tutto il Territorio Nazionale e con gli sportelli virtuali sui social network, facebook e su instagram.

 Il “Notiziario sull’amianto ONA ONLUS” non è un organo di stampa, ed è invece lo strumento attraverso il quale gli associati, i simpatizzanti e anche coloro che non sono iscritti all’associazione possono avere accesso a tutte le notizie e i fatti inerenti l’amianto e gli altri cancerogeni e alle attività finalizzate al raggiungimento degli scopi sociali ( bonifica, ricerca scientifica e terapia delle patologie, risarcimento dei danni e prestazioni previdenziali ) e costituisce lo strumento attraverso il quale i soci possono avere accesso in un unico punto a tutte le notizie e i fatti inerenti l’amianto. 

Vengono, altresì, automaticamente aggregate tutte le informazioni che riguardano l’amianto e gli altri cancerogeni, anche al fine di evitare lunghe ricerche sul web a chi sia interessato a tali problematiche.

Chiunque può avere accesso al “Notiziario sull’amianto ONA ONLUS”: è sufficiente registrarsi seguendo le indicazioni che si rinvengono sul sito e automaticamente si riceveranno tutte le informazioni utili e tutti gli atti pubblicati.

Inoltre, chiunque potrà commentare le notizie.

Per segnalazioni e altro, scrivere a:  osservatorioamianto@gmail.com

Per contatti:

Sede Nazionale e Ufficio di Presidenza

Roma, Via Crescenzio n. 2 Sc. B int. 3

Tel: 06/68309534 – 331/9806771

Comunicazioni per e-mail: osservatorioamianto@gmail.com

Per segnalazioni urgenti e in caso di assoluta necessità, il Presidente Avv. Ezio Bonanni, può essere contattato telefonicamente al n. 0773/663593 ovvero al n. 335/8304686, e-mail: avveziobonanni@gmail.com

Presidente

Avv. Ezio Bonanni

Tel: 0773-663593 / 335-8304686

E-mail: osservatorioamianto@gmail.com

https://eziobonanni.jimdo.com/

https://www.facebook.com/avveziobonanni/

Segretario Generale

Dott. Michele Rucco

Tel: 0773 663593

E-mail: segretariogenerale.ona@gmail.com

Coordinamento della comunicazione e dell’attività dell’ONA sui social network e del Comitato “Esposti e vittime amianto dei militari appartenenti alla Guardia di Finanza” e agli altri Corpi dello Stato

Sig. Antonio Dal Cin

Tel: 349 5293847; 0773/511463

E-mail: ona.gdf@gmail.com

Coordinamento genitori e alunni esposti ad amianto nelle scuole e nelle università.

Sig.ra Antonella Franchi

Tel: 328-4648451

E-mail: antofra69@libero.it

Ufficio Stampa

Dott.ssa Fabrizia Nardecchia

Tel: 392-7462313

E-mail: osservatorioamianto@gmail.com

Dott. Gianni Avvantaggiato

Tel: 329-6183220

E-mail: gianni.avvantaggiato@gmail.com